Flash ultime 24 ore:
 
 
07 marzo 2018 

C’è sempre un #Buonmotivo per scrivere una canzone, comporre una buona musica e salvare vite umane sulla strada

Per la prima volta Anas promuove un contest musicale nell’ambito dell’ultima campagna sulla sicurezza stradale che ha visto come testimonial Francesco Gabbani. Numerosi giovani si sono mostrati sensibili al tema delle strade e della prevenzione degli incidenti. Il vincitore è Giorgio Baldari di Roma con il brano inedito “La strada è di tutti”

La musica può accompagnarti in viaggio, in auto e sulle strade, può fare da cornice a splendidi paesaggi apprezzati fugacemente dal finestrino, può lasciarti sensazioni e riflessioni e può aiutare a non distrarti. La musica accompagna anche i testi delle canzoni, parole cantate che molto spesso si trasformano in messaggi efficaci, rimanendo impressi nella mente.

E’ il caso del contest musicale promosso per la prima volta da Anas, un concorso rivolto a musicisti, cantanti e band emergenti nell’ambito della campagna di sicurezza stradale #buonmotivo promossa, lo scorso dicembre, da Anas e dal Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti in collaborazione con la Polizia di Stato per sensibilizzare gli utenti della strada sulle situazioni di pericolo.

La nuova campagna ha avuto come testimonial il cantante Francesco Gabbani attraverso il claim “Sulla strada non siamo mai da soli: c'è sempre un #buonmotivo per essere responsabili”. E sono proprio “gli altri” i veri protagonisti della campagna. Si tratta degli utenti più vulnerabili: ciclisti, motociclisti, ciclomotoristi, pedoni. Ecco perché è importante ricordare che quando si è al volante, non si è mai soli.

Il buon motivo è stato anche lo slogan del contest musicale, iniziativa che ha registrato un riscontro positivo e lo confermano le numerose proposte canore e musicali inviate sulla piattaforma online del concorso ( www.buonmotivo.it). Ai concorrenti è stato chiesto di comporre un brano originale e inedito nel quale si racconta il “buon motivo” per guidare e muoversi in sicurezza.

Soprattutto i giovani, al di là della voglia di mettersi in gioco e mostrare la propria arte musicale e canora, hanno dimostrato interesse e sensibilità al tema della sicurezza stradale. Tutte le canzoni hanno evidenziato uno studio attento e approfondito alla parola, alla frase, al messaggio da trasmettere, affiancate da generi musicali orecchiabili ed eterogenei. 

La selezione è stata affidata ad una giuria di esperti composta da giornalisti e comunicatori del settore Relazioni Esterne di Anas diretto da Mario Avagliano e della Polizia di Stato e con i pareri dei responsabili di alcune delle radio coinvolte nel progetto. Sono stati così scelti i tre finalisti ed è stato proclamato il vincitore. Si tratta del giovane musicista e cantautore Giorgio Baldari di Roma premiato con il brano inedito “La strada è di tutti”.

In una parte del suo ritornello Baldari canta: “La strada è di tutti, la strada è per chi si gode i tramonti tra i mille alberi, ti guida e ti porta ovunque tu vuoi….” ed ancora in una delle strofe si ascolta: “La domenica mattina, con la strada ancora vuota, un bel gruppo di ciclisti, tutti in fila tutti in posa, so che a volte è complicato, ma regalagli un sorriso….”

Nel corso delle valutazioni è stato assegnato anche un 2° posto al musicista e cantante Gianluca Pretorino di Firenze con il brano “Scelgo te”. Anche in questo caso le armonie musicali si sposano bene con il messaggio sulla sicurezza: “Sulle strade del cuore ti porterò allaccia le cinture, fidati di me….non lasciarti sedurre, distrarti dal mondo che va a mille e non c’è ragione di correre….”

Il 3° posto è stato conquistato, invece, dalla band “Strà” che ha presentato la canzone inedita “La mia strada”, composta da giovani musicisti e cantanti di Roma Erica Marri (voce), Valerio Amoroso (chitarra), Federico Amoroso (basso) e Giordano Orlacchio (batteria). Il genere rock del brano, che si avverte dall’inizio alla fine può sembrare duro, ma anche qui il testo ha finalità ben precise: ”Bevo quando non guido così da lui sì che ci arrivo, spengo il telefonino e se mi piglia di parlare accosto e grido…..e più in là c’è la mia strada”

La giuria del contest ha assegnato anche una menzione speciale a.Marco D'amati per il suo brano inedito “La distrazione”, un pezzo originale e incisivo nel messaggio e che comincia con queste parole “Frena, frena, frena, la tua vita non è come un orologio, se si ferma si ferma, non ti chiede il permesso e non puoi portare indietro le lancette”.

Le canzoni premiate sono state valutate in base a tre criteri: originalità, coerenza del messaggio con la finalità della campagna di comunicazione, qualità musicale. Il vincitore presenterà il proprio brano su alcune radio locali diffuse sul territorio nazionale ( Radio Vivafm Radio Birikina Radio Bella & Monella Radio Linea Radio Rock Radio Marte e;  Radio Studio90Italia - Solo Musica Italiana  e  Radio Amore) e parteciperà dal vivo ad eventi musicali e iniziative promosse da Anas.  

 

 

Lello La Pietra