Flash ultime 24 ore:
 
 
04 aprile 2018 

Smart mobility, in Cina arriva l’autostrada intelligente

Soluzioni avanzate e innovative per una mobilità connessa

Intelligenza artificiale e innovazione caratterizzano una Cina protagonista sugli scenari internazionali, e non solo dal punto di vista geopolitico ed economico. Soluzioni tecnologicamente avanzate, nel campo delle infrastrutture, infatti, confermano una notevole attenzione ai cambiamenti che l’Information and Communication Technology sta determinando.

Nel campo della “Smart mobility”, ad esempio, nella provincia cinese orientale di Zhejiang sono iniziati i lavori per realizzare un’autostrada davvero “intelligente”. Parliamo di sei corsie per senso di marcia; 120 chilometri di lunghezza; il limite di velocità elevato a 120 chilometri orari (alternativi ai 90 attualmente in vigore nelle altre autostrade); sistemi per la produzione di energia dal fotovoltaico, integrati all’infrastruttura, che serviranno, nel prossimo futuro, ad alimentare colonnine di ricarica per le electric car. E poi, una sfilza di accorgimenti che tengono conto del prossimo debutto delle driverless car e della necessità/opportunità di gestire la mole impressionante di big data che sfornerà l’ininterrotta interazione vehicle-to-infrastructure. Questo gioiellino autostradale sarà realizzato entro il 2022.  

Pechino finanzia e supporta, sempre di più, progettualità legate alla mobilità connessa che rafforzano la sicurezza stradale e la sperimentazione di nuove procedure di gestione della rete viaria.

Carlo Argeni