14 settembre 2018 

Torino, dal 16 al 22 “Settimana europea della mobilità sostenibile”

A Torino la diciassettesima ‘Settimana europea della mobilità sostenibile’ che punta sulla multi modalità, ovvero la possibilità di utilizzare più mezzi di trasporto all'interno dello stesso itinerario o per viaggi diversi

Torino aderisce alla ‘Settimana europea della mobilità sostenibile’, in programma dal 16 al 22 settembre, con un calendario di appuntamenti declinato sotto la Mole con il claim ‘Mi piace se ti muovi’. Tema dell’edizione di quest’anno, la diciassettesima, è la multimodalità, ovvero la possibilità di utilizzare più mezzi di trasporto all'interno dello stesso itinerario o per viaggi diversi. “Convincere le persone a ripensare il modo in cui si muovono abitualmente, senza ricorrere esclusivamente all’automobile, è decisivo per migliorare la qualità della vita dei cittadini”, spiega l’Assessora comunale ai Trasporti, Maria Lapietra, “i problemi di inquinamento, congestione del traffico e incidenti che si riflettono sulla salute di tutti scaturiscono infatti dalla dipendenza negli spostamenti dal mezzo privato”. L'iniziativa punta anche a sottolineare come l’opzione della multimodalità non riguardi solo le persone ma anche le merci, che potrebbero beneficiare di un mix di modi diversi di trasporto, in particolare per l’ultimo tratto del percorso di consegna.

Nel programma della ‘Settimana europea della mobilità sostenibile’ sono previste iniziative conosciute come il ‘Giretto d’Italia’, giovedì 20 settembre, e ‘Bike To Work’, venerdì 21 settembre, che si propongono di promuovere la mobilità ciclistica, in particolare tra la casa e il lavoro. I partecipanti di ‘Mi piaci se ti muovi’, in programma domenica 16 settembre, dovranno utilizzare più mezzi di trasporto, ogni volta diversi, per raggiungere otto destinazioni documentando il tutto con selfie. Al vincitore andrà in premio una bicicletta. Sempre domenica 16, quando è anche prevista la chiusura al traffico della Ztl dalle 10 alle 18, parte la ‘Social bike challenge’. Promossa dalla Commissione europea, che premierà i ciclisti risultati più virtuosi, la sfida intende incoraggiare i cittadini a svolgere attività fisica e l’uso quotidiano di un mezzo di trasporto sostenibile, aumentando così l’utilizzo sociale della bicicletta attraverso la creazione di una rete attiva di ciclisti.

Da lunedì 17 e fino a venerdì 21 settembre, dalle 8 alle 17, rimarrà chiusa al traffico via Talucchi, tra le vie Palmieri e Collegno, dove, nell’area antistante la scuola Gambaro, l’associazione Ecoborgo Campidoglio, in collaborazione con la Circoscrizione 4, le associazioni del quartiere e la scuola stessa, realizzerà attività di animazione e condivisione dello spazio pubblico. Venerdì 21 settembre alle 18 è previsto il taglio del nastro per la nuova via Monferrato pedonale oggetto di un intervento di riqualificazione, conclusosi nello scorso mese di luglio, mentre da mercoledì i cittadini di basso San Donato vedranno realizzate alcune delle soluzioni per un utilizzo condiviso dello spazio pubblico nel quartiere con le quali Alessio Grimaldi ha vinto il concorso ‘Torino Spazio Condiviso’, proposto in occasione della Mobility Week dello scorso anno. Ci saranno inoltre serate con proiezioni cinematografiche, pedalate e altri momenti sensibilizzazione. Ai ciclisti il Gruppo torinese trasporti riserverà una particolare attenzione: per tutta la settimana potranno trasportare gratuitamente la bicicletta sulla tranvia Sassi-Superga e sulle linee del servizio ferroviario SfmA (Torino-Germagnano-Ceres) e Sfm1 (Chieri-Torino-Settimo-Rivarolo-Pont.

Sabato 22 settembre, dalle ore 9 alle ore 17, Gtt aprirà le porte della stazione di Torino Ponte Mosca, in lungo Dora Agrigento 21 (nei pressi di piazza Borgo Dora) ai visitatori che nelle officine del Museo ferroviario piemontese potranno ammirare un’esposizione di veicoli storici (treni, autobus e carrozze), plastici ferroviari e tranviari delle associazioni Arcamodellismo e Atts e assistere a proiezioni di filmati storici. Una navetta gratuita con tram storico collegherà piazza Castello con piazza della Repubblica, da dove in cinque minuti a piedi si può raggiungere la sede della manifestazione. “Il futuro - spiega ancora l’assessora Lapietra - ci imporrà una mobilità connessa, condivisa e a impatto zero sull’ambiente e sulle persone. In questa transizione sarà importante orientare le scelte politiche per il bene della collettività operando le giuste decisioni, pianificando la realizzazione delle necessarie infrastrutture e utilizzando al meglio le tecnologie disponibili”. Proprio le ‘Azioni per una mobilità a zero emissioni’ sono il tema del seminario in programma lunedì 17 settembre, dalle 9.30 nell’aula B dell’Università in Lungo Dora Siena 100a. Torino è, con Milano, Varese, Firenze e Bologna, la promotrice della ‘Carta metropolitana dell’elettromobilità’ e il convegno, inserito tra gli appuntamenti della ‘Settimana della mobilità sostenibile’, è tra le iniziative che precedono la seconda edizione di ‘e-mob 2018’, la conferenza nazionale della mobilità elettrica, in programma a Milano dal 27 al 29 settembre.