14 marzo 2019 

Anas alla #SAA2019

Insieme al MIT e alla Polizia Stradale, l’azienda delle strade partecipa alla Settimana dell’amministrazione aperta con una serie di attività dedicate

Anche Anas (Gruppo FS Italiane) partecipa alla Settimana dell’amministrazione aperta #SAA2019.  L’annuale manifestazione promossa dal Dipartimento Funzione Pubblica dedicata allo sviluppo della cultura e della pratica della trasparenza, della partecipazione e dell’accountability vedrà protagonista Anas, insieme al Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti e alla Polizia Stradale, presso la sede del MIT sul Piazzale di Porta Pia il 15 marzo prossimo dalle 9 alle 16 con una serie di eventi dedicati.

Con circa 30.000 km tra strade statali e autostrade, Anas si occupa di infrastrutture stradali e gestisce la rete viaria di interesse nazionale. Prioritaria per l’azienda è la manutenzione del patrimonio stradale esistente che, accanto alla costruzione di nuove infrastrutture, è fondamentale per la mobilità del Paese. Importanti investimenti riguardano iniziative di carattere pluriennale su tutto il territorio nazionale con l’obiettivo di potenziare la sicurezza e il comfort di chi è alla guida. Tra le attività di manutenzione delle strade, fondamentali sono le attività di sorveglianza di ponti, viadotti e cavalcavia che sono oggetto di procedure standardizzate di controllo con ispezioni costanti condotte da personale certificato.

Nel corso della giornata Anas, da sempre in prima linea sul fronte sicurezza stradale, presenterà una gamma completa di barriere di sicurezza di tipo continuo, ideate per tutelare e proteggere tutti gli utenti, soprattutto quelli più vulnerabili – perché meno protetti – come i motociclisti. Nel piazzale sarà infatti esposto il nuovo modello di barriera spartitraffico centrale di tipo continuo con un dispositivo per la tutela dei motociclisti, interamente progettato da un team di ingegneri interni all’azienda.

La barriera #salvamotociclisti di Anas è concepita, oltre che per limitare i danni agli occupanti dei veicoli leggeri e contenere i mezzi pesanti all’interno della sede stradale, anche per evitare danni gravi ai motociclisti attraverso l’introduzione di un dispositivo salva motociclisti (DSM) che, in caso di urto, evita il contatto diretto sui paletti e sui bordi taglienti della lama.

Nel corso della giornata saranno esposti anche due macchinari di primaria importanza per l’azienda: Delphi (Delineation photometric instrument), un’apparecchiatura per la determinazione della retroriflessione (visibilità notturna) della segnaletica orizzontale, che esegue misurazioni in continuo ad alta velocità (superiore a 90 km/h) senza incidere sul traffico e Cartesio, un mezzo per il rilievo topografico delle strade che aiuta a prevenire il logoramento dell’asfalto. Personale Anas dedicato qualificato sarà a disposizione dei visitatori per spiegarne le funzioni, anche attraverso video esplicativi.

Non mancherà anche un messaggio di sensibilizzazione alla cultura della sicurezza, di cui Anas è promotrice attraverso campagne di informazione per rilanciare messaggi che evidenzino la necessità di una maggiore attenzione alla guida e del rispetto delle regole del Codice della Strada. La campagna sulla sicurezza stradale “Quando guidi #GUIDAeBASTA”, promossa in collaborazione con il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti e la Polizia di Stato e declinata anche attraverso manifestazioni e contest musicali, evidenzia proprio i rischi che derivano dalla distrazione e dalle cattive abitudini alla guida.