Flash news Infrastrutture:
 
 
23 luglio 2020 

Auto e moto d'epoca: appuntamento a ottobre con le più iconiche della storia

La rassegna in programma alla Fiera di Padova dal 22 al 25 ottobre 2020

Si sta iniziando a definire l’edizione 2020 di Auto e Moto d’Epoca, la rassegna di riferimento per appassionati, venditori e collezionisti del settore in programma dal 22 al 25 ottobre alla Fiera di Padova. Da non perdere otre al grande mercato dei dealer specializzati e alla partecipazione dei Club, un approfondimento originale su uno dei capitoli più importanti e meno conosciuti nella storia dell'automobilismo: i marchi artigianali italiani del dopoguerra,  ovvero quelle realtà imprenditoriali che hanno rilanciato l'industria in Italia e aperto la strada alle innovazioni dei grandi brand europei.

La kermesse è da sempre la vetrina, per i più i più importanti brand mondiali di auto, dove omaggiare i compleanni dei modelli più iconici. Quest’anno sarà l’occasione per festeggiare anniversari d’eccezione quali i 110 anni di Alfa Romeo e gli 85 di Jaguar, i 60 di Lancia Flavia fino ad arrivare ai 50 di Range Rover. Confermata anche la speciale Galleria 78: lo spazio dedicato alle aziende più innovative nella cura dei veicoli storici e delle super car.

Nella sezione riservata ai Club si segnala il Club Lancia Appia-Registro Appia che dedica lo stand alla Mille Miglia Storica e si ispirerà alla fase di presentazione delle auto che inaugurava la gara nota come la più bella del mondo.  Per celebrare il ruolo della Appia nella competizione il Club è intenzionato a portare in esposizione due vetture che hanno partecipato alla Mille Miglia Storica. La prima è una Appia GTZ del 1957; una delle dieci costruite e in gergo chiamate Appia ‘Pinnute' per via delle pinne poste sopra ai parafanghi posteriori. La seconda è un' Appia I° serie del 1953.

“Per il settore Classic è il momento di guardare avanti in sicurezza e con ottimismo - dice l’organizzatore dell'evento Mario Baccaglini.- L'anno scorso abbiamo assistito alla partecipazione straordinaria di pezzi unici come la Itala del Museo MAUTO di Torino, l'auto che che percorse i 16mila chilometri della Pechino Parigi del 1907; o capolavori del design quali la Bizzarrini 5300 GT del 1968 e Ferrari 275 GTB/4 del 1967 esposte dalla Fondazione Macaluso. L'orizzonte del salone Padovano non include solo un mercato eccezionale in Europa per varietà e qualità, ma il punto di incontro della cultura e dell'amore per l'auto d'epoca. Un mondo che non vede l'ora di incontrarsi dopo la lunga pausa”.

S.C.