Flash news Infrastrutture:
 
 
16 ottobre 2020 

Battisti, FS Italiane: “Quest’anno nuove gare per 20 miliardi di euro”

Al convegno 'Obbligati a Crescere. Muoversi nel futuro' organizzato da Il Messaggero, l’AD ha sottolineato che il gruppo industriale è un asset importante per il rilancio del Paese

''Negli ultimi due anni siamo stati il più grande investitore del Paese. Siamo in assoluto il gruppo industriale che ha investito di più. Tutti i profitti li abbiamo investiti sul prodotto, quindi su infrastrutture, treni e sulla digitalizzazione”. Lo ha dichiarato Gianfranco Battisti, Amministratore delegato del Gruppo FS Italiane nel corso del convegno 'Obbligati a Crescere. Muoversi nel futuro' organizzato dal quotidiano Il Messaggero.

“Oggi dobbiamo essere tutti quanti più resilienti – continua l’Ad - perché non sappiamo quando finirà questa crisi. Noi abbiamo per il Recovery Fund un piano di investimenti molto forte, che ci permetterà di completare alcune opere fondamentali per il Paese''. 

Molto chiari gli impegni da parte del Gruppo FS: ''Investiremo quest'anno per nuove gare 20 miliardi di euro. Ne abbiamo già investiti a fine settembre 14,5 miliardi di euro. È un record assoluto nel Paese. Siamo un asset importante per il rilancio del Paese. Stiamo spingendo tanto su questi investimenti'', ha sottolineato il leader dell’azienda. 

Sulle opere in corso, invece, Battisti ha messo in evidenza che “il tratto che da Brescia est collegherà Verona, un asse fondamentale che da Trieste arriva a Torino e Venezia, permetterà di collegare Milano con Venezia in 1 ora e 5 minuti. Sul terzo valico abbiamo abbattuto l'ultimo diaframma e siamo in una fase di accelerazione dei lavori. Abbiamo 1.800 cantieri aperti fra struttura ferroviaria e stradale''.

Infine, sull'alta velocità “dobbiamo assolutamente allargare il perimetro, mantenendo gli asset fondamentali. Torino, Milano e Genova diventeranno un'unica grande area urbana perché saranno collegate in meno di un'ora grazie all'alta velocità. Il terzo valico permetterà a Genova di arrivare in 50 minuti a Milano e in 51 minuti a Torino. Lo stesso possiamo dire di Napoli con Bari ad un'ora e 58 minuti. Nel 2026 completeremo l'alta velocità tra queste due città, che diventeranno un'unica area urbana''.