Flash news Infrastrutture:
 
 
17 aprile 2019 

Fs Italiane: da Cda ok a bond fino a 1,750 mld

I proventi saranno destinati all’acquisto di nuovi treni per il trasporto regionale e per quello a media e lunga percorrenza oltre che di nuove locomotive per treni merci

Il Cda di Fs ha deliberato l'emissione di nuovi prestiti obbligazionari per un importo complessivo massimo di 1 miliardo e 750 milioni di euro. Le emissioni, a valere sul Programma Emtn quotato presso la Borsa valori di Dublino, spiega una nota diffusa ieri in serata, sono riservate agli investitori istituzionali. I proventi raccolti sul mercato dei capitali di debito saranno destinati all'acquisto di nuovi treni per il trasporto regionale e per quello a media e lunga percorrenza, di nuove locomotive per il trasporto merci e per il completamento dell'infrastruttura ferroviaria Alta Velocitą/Alta Capacitą, andando a finanziare i fabbisogni per gli investimenti previsti dal Gruppo Fs Italiane. Nell'ambito delle nuove emissioni obbligazionarie, FS Italiane prospetta anche nuovi green bond, che finanzieranno prevalentemente l'acquisto di nuovi treni destinati al trasporto regionale.