07 gennaio 2019 

Anas, finanziamento europeo per i progetti Temi Mirati, Rafael e Sentinel

Con i tre progetti l’azienda delle strade si aggiudica il finanziamento europeo a valere sul PON Ricerca e Innovazione 2014-2020

I progetti Anas “TEMI MIRATI” (ARS01_00158), “RAFAEL” (ARS01_00305) e “SENTINEL” (ARS01_00243) si sono aggiudicati il finanziamento dalla Commissione Europea a valere sul  Programma Operativo Nazionale Ricerca e Innovazione (PON R&I) 2014-2020 gestito dal Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca.

 

Le richieste di finanziamento per la partecipazione al bando sono state predisposte da Anas per la parte tecnica, rispettivamente, dalla Direzione Operation e Coordinamento Territoriale/Assetto Infrastrutturale Rete, dalla Direzione Ingegneria e Verifiche/Ricerca e Innovazione e dalla Direzione Operation e Coordinamento Territoriale/Infrastruttura Tecnologica e Impianti con il coordinamento della Direzione Amministrazione Finanza, Pianificazione e Controllo/Finanza/Finanza Agevolata.

 

Le iniziative, che vedono coinvolta Anas nell’ambito di partenariati nazionali, al fianco di importanti realtà della ricerca e dell’industria, sono rivolte ad azioni di ricerca e sviluppo sperimentale, in particolare:

  • TEMI MIRATI “TEcnologie e Modelli Innovativi per la MItigazione del Rischio nelle infrAstrutture criTIche”, progetto del valore complessivo pari a € 6.789.120,00 – di cui € 1.169.500 di competenza Anas – è stato elaborato da un partenariato pubblico-privato nazionale guidato dall’Università Mediterranea di Reggio Calabria e composto anche da altri soggetti in rappresentanza della formazione, della grande e media industria. Mira alla valutazione e sperimentazione di diversi approcci metodologici ai fini della riduzione del rischio idrogeologico in aree soggette a frane e colate detritiche. Come possibili casi di studio, sono state individuate due tratte stradali, la prima lungo la SS113 Orientale Sicula tra l’abitato di Patti ed Acquedolci e la seconda lungo la SS18 Tirrena Inferiore, in prossimità dell’abitato di Favazzina, dove si sono registrate numerose circostanze di colate detritiche dovute alla morfologia dei costoni rocciosi sovrastanti il piano viabile.

 

  • RAFAEL, progetto del valore complessivo pari a € 9.260.239,00 – di cui € 1.058.800,00 di competenza Anas – è stato elaborato da un vasto partenariato nazionale guidato da ENEA e mira a realizzare un sistema di analisi e previsione del rischio di eventi catastrofici che consenta, sulla base di indicazioni fornite da sensori di varia natura (remote sensing, sensori ambientali, sismici e geodinamici) e dalle previsioni meteorologiche, di elaborare scenari di eventi che potrebbero verificarsi sul breve-medio termine identificandone i possibili rischi per le infrastrutture critiche primarie (reti elettriche, telefoniche, idriche, viarie) fornendo una stima dei possibili impatti sui servizi e delle conseguenze sulla popolazione. Il sistema, oltre che eseguire un’analisi dei dati reali, aiuterà anche la simulazione di crisi quali terremoti e grandi piogge, valutandone effetti e conseguenze.

 

  • SENTINEL “Sistema di Pesatura Dinamica Intelligente per la Gestione del Traffico Pesante”, progetto del valore complessivo di € 4.652.239,98 – di cui € 1.134.981,65 di competenza Anas – è stato elaborato nell’ambito di un partenariato nazionale coordinato da ENEA e composto da partner provenienti dal mondo della ricerca delle infrastrutture e dell’industria, ed è finalizzato allo sviluppo ed alla sperimentazione di un sistema per la pesa dinamica dei veicoli, basato su sensori a fibra ottica integrati con sistemi ITS con conseguente individuazione e superamento delle criticità legate all'utilizzo intensivo della tecnologia e lo sviluppo di sistemi elettronici dedicati a basso costo e ad elevata disponibilità. Nell’ambito del progetto si svolgerà anche un’azione pilota volta alla sperimentazione in ambiente reale, attraverso l’installazione di detti sistemi elettronici in prossimità di un viadotto stradale.

 

Grande la soddisfazione dei tre team di lavoro che hanno lavorato alacremente alla predisposizione dei dossier di richiesta di cofinanziamento per il raggiungimento di questo risultato.

Maura Sabato