Flash news Infrastrutture:
 
 
21 dicembre 2018 

Incidenti stradali, quando la curiosità è inopportuna

Gli automobilisti, spesso, creano situazioni di ulteriore pericolo

È sicuramente una curiosità inopportuna. Poco rispettosa. Di cui faremmo volentieri a meno. Parliamo dei molti automobilisti che, in caso di incidente, per dare una sbirciatina, creano ulteriori situazioni di pericolo rallentando la circolazione.
È una curiosità umana ma, sicuramente, in contesti come questo, sconveniente. Espone, infatti, a rischio altri e determina una situazione di oggettiva difficoltà a quanti sono impegnati nel garantire la viabilità e la messa in sicurezza del luogo del sinistro. 
 
Un brutto esempio di questo malcostume è quello registrato, di recente, nel tratto Bolzaneto-Genova Ovest dove in molti rallentano per fare fotografie al ponte Morandi. È un comportamento che denota scarsa sensibilità nei confronti delle vittime e dei loro familiari e che provoca una turbativa al traffico. Sono state talmente numerose le segnalazioni di utenti che hanno rappresentato questo "vezzo", che la società autostradale è dovuta intervenire con dei teloni per cercare di coprire, per quanto possibile, la vista di quello che resta del ponte. 
 
Tutto questo per dire, insomma, che se non bisogna prestare assistenza è bene non essere d'intralcio a chi è preposto, istituzionalmente, a intervenire in caso di incidente.
Carlo Argeni