Flash news Infrastrutture:
 
 
28 dicembre 2018 

Il Golden Gate europeo si rinnova

Lisbona ristruttura “Ponte 25 de Abril”, il simbolo della città, per prevenire eventuali problemi strutturali. Lo riporta il quotidiano spagnolo ABC

Il simbolo del Portogallo, il famoso Ponte 25 de Abril, conosciuto come il Golden Gate europeo perché ispirato al famoso ponte di San Francisco, subirà nel corso del 2019 interventi di manutenzione e di ristrutturazione. E’ quanto riporta il quotidiano spagnolo ABC.

Le perizie tecniche sul Ponte di Lisbona sono iniziate dopo la tragedia del Ponte di Genova dello scorso agosto. Il rapporto ufficiale, elaborato da una Commissione di esperti, ha sottolineato la necessità di interventi urbanistici in quando la struttura, dopo tanti anni di utilizzo, è usurata. Gli studi hanno messo in evidenza i difetti di un’opera costruita negli anni 60 sotto il dittatore Salazar di cui prese il nome. Il ponte venne poi ribattezzato con la restaurazione della democrazia, la rivoluzione dei garofani, avvenuta il 25 aprile 1974. Il Laboratorio Nazionale di Ingegneria Civile aveva comunque già evidenziato nel gennaio 2018 la presenza di crepe nel blocco centrale e aveva chiesto azioni urgenti di manutenzione. Gli interventi di rinnovamento stabiliti dal rapporto ufficiale sono stimati a circa 12,6 milioni di euro e si prevede inizino nel 2019.

Sul ponte 25 de Abril, che collega la capitale lusitana alla città di Almada, passano circa 140 mila di veicoli al giorno, cioè 300 mila persone. Questo significa che ogni anno beneficiano del transito sia ferroviario e sia stradale milioni di pendolari, facendo diventare questa infrastruttura la principale via di ingresso alla città.

La struttura, che attraversa l'estuario del fiume Tago, è lunga poco più di 2 chilometri e presenta un'autostrada a 3 corsie nella parte superiore e una linea ferroviaria in quella inferiore. Per il suo transito in direzione di Lisbona è richiesto un pedaggio stradale di 1,80 euro.

Elena Mazzuca

 El «Golden Gate» europeo se lava la cara