Briciole di pane

#VisioneSicurezza, innovazioni per la road safety

Il convegno Vita International e AstepON, patrocinato dal PIARC, ha attratto all’Autodromo Nazionale di Monza oltre 300 specialisti del settore

Divulgare l’innovazione a sostegno della sicurezza stradale. È uno degli obiettivi di #VisioneSicurezza, il progetto varato lo scorso anno da Vita International (www.vitainternational.it) e AstepON (www.astepon.it) che nell’ultima edizione 2021 (12 ottobre) ha saputo attrarre all’Autodromo Nazionale di Monza oltre 300 specialisti del settore in occasione di un evento che ha alternato i focus di approfondimento ad adrenaliniche esperienze in pista, a bordo di fuoriserie, tra le celebri varianti del circuito lombardo.

L’evento è stato patrocinato, tra gli altri, dal Comune di Monza e dal PIARC World Road Association, nonché dal Consiglio Nazionale degli Ingegneri. Tra i media partner, anche la rivista leStrade. Ospiti d’onore: il Vice Ministro a Infrastrutture e Mobilità sostenibili Alessandro Morelli e tre grandi campioni del ciclismo di casa nostra, Domenico De Lillo, Moreno Argentin e Gianni Bugno, oggi “testimonial”, tra le altre cose, in fatto di road safety e buona convivenza tra i diversi modi di trasporto.

A proposito di divulgazione, sono state rese disponibili sul sito web dell’evento www.visionesicurezza.it tutte le presentazioni dei relatori di Monza, rappresentativi dell’intera filiera degli operatori delle infrastrutture viarie, dalle concessionarie autostradali (Autostrada del Brennero, CAV) alle imprese (Main Sponsor, la Baraldini di Modena) ai progettisti, come PAT Progettazione Ambiente Tecnologie di Roma, fino agli sviluppatori di tecnologie.

Il filo conduttore: la “visione”, per l’appunto, nel senso di “vedere bene” (fattore determinante sia per aumentare la sicurezza, sia per migliorare l’ambiente, altro “must” dell’iniziativa), ma anche di “vedere lontano”. Nella direzione, cioè, di un mondo sempre più votato alla qualità della vita delle proprie comunità.

Tra i temi oggetto di approfondimento, i nuovi sistemi di monitoraggio delle strutture (barriere, portali), tecnologie IoT, materiali innovativi come il Krion, apparati di illuminazione pulita “dal basso”, dispositivi di rinforzo delle barriere di sicurezza, smart roads, veicoli autonomi, tecnologie innovative al servizio della sicurezza in cantiere, barriere antirumore in grado di monitorare, esse stesse, i livelli di inquinamento acustico e molto altro.

Per saperne di più, basta andare sul sito di #VisioneSicurezza e scaricare le presentazioni.